Andrews’ Pitchfork: introduzione all’utilizzo

Lo strumento Andrews’ Pitchfork, creato da Alan Andrews, rappresenta una tecnica di trading che ha lo specifico obiettivo di calcolare i profitti raggiungibili e la velocità con la quale è possibile arrivarci. A livello grafico, in tutte le nuove migliori piattaforme di trading, questa metodologia si traduce come una funzione applicabile automaticamente allo schermo sul quale stai lavorando, quindi non mi soffermerò sui calcoli di costruzione. Di seguito ti spiego tutti i dettagli di questa tecnica.

Andrews’ Pitchfork: applicazione

Lo strumento si compone di tre linee principali chiamate: linea mediana, linea parallela superiore, linea parallela inferiore. Osserva l’immagine seguente:

Andrews Pitchfork introduzione utilizzo

RICEVI SUBITO L’ACCESSO 

EBOOK GRATUITO 

CORSI DI TRADING

SEGNALI DI TRADING GRATUITI 

TRADING CENTER

 

Come vedi, le tre suddette linee indicano e uniscono tre oscillazioni di prezzo. Si parte da punto A, che poi raggiunge B come massimo, che a sua volta ridiscende fino a C che viene definito punto di correzione. Per far sì che il grafico sul quale stai lavorando tracci la Andrews’ Pitchfork, dovrai attivare la funzione e cliccare sui tre punti ABC. A questo punto verrà generata la “forchetta” (traduzione del termine Pitchfork), come nel modo seguente:

Andrews Pitchfork applicazione

Osserviamo insieme: come vedi il punto A taglia B e C esattamente al centro e ti dà subito anche l’importante indicazione dell’inclinazione e della direzione del movimento del prezzo. A è la linea mediana, B la parallela superiore e C la parallela inferiore.

Il principio alla base di questa costruzione è una teoria di trading per la quale, lì dove è possibile costruire uno schema di questo tipo, nell’80% dei casi, i prezzi dal punto C torneranno a muoversi verso la mediana. E’ evidente quindi che, se utilizzato correttamente, questo strumento può indicarti a che livelli arriverà il prezzo e tu potrai investire di conseguenza.

Traduciamo quanto detto in un esempio pratico, con l’Andrews’ Pitchfork identificato in un grafico:

Andrews Pitchfork grafico

In questo caso, la correzione va a formare un doppio minimo con il punto A. Ad ogni modo, la figura è realizzata correttamente e come puoi notare, la prosecuzione del trend ti dimostra che effettivamente i prezzi da C sono tornati verso la mediana.

Chiaramente, puoi associare l’utilizzo di questo strumento ai patterns candlestick che noterai man mano sul grafico e che possono confermarti i movimenti che supponi grazie all’Andrews’ Pitchfork.

Di seguito ti propongo anche un grafico dove la posizione della figura tocca uno swing low stavolta nel punto B e uno swing high bel punto C:

Andrews Pitchfork esempio

Anche in questo caso, la prosecuzione del trend ti mostra che da C i prezzi si sono mossi ancora verso la mediana.

Nonostante sia utilizzato pochissimo, l’Andrews’ Pitchfork è molto più efficace di tantissime altre tecniche. Pertanto ti consiglio di testarlo personalmente e tenerlo in considerazione per le tue future operazioni.