Home » Strategie forex vincenti » Strategia basata sulla Teoria di Gann

Strategia basata sulla Teoria di Gann

William D. Gann fu un investitore molto famoso dell’inizio del secolo scorso. Elaborò una sua teoria per avere successo sui mercati finanziari. Nel 1909 venne affiancato, durante le sue operazioni, da un rappresentante di una rivista finanziaria che voleva verificarne i metodi: in 25 giorni di mercato Gann portò a termine ben 286 transazioni, di cui 264 vincenti. Credo che questa introduzione basterà per convincerti a leggere con particolare interesse la strategia che voglio illustrarti oggi, basata esattamente sulla teoria di Gann.

La carriera di questo investitore durò oltre cinquant’anni e si stima che egli sia riuscito a guadagnare più di 50 milioni di dollari, pubblicando per anni un bollettino con le sue previsioni che, nell’85% dei casi risultarono essere veritiere. Questo grande guru mondiale delle Borse, nella sua vita, fece molte ricerche in ambito finanziario e arrivò a dedurne che i mercati sono governati da leggi riconducibili al comportamento degli investitori. I due concetti base delle sue teorie sono la ciclicità e la componente psicologica.

Strategie Forex: Clicca QUI e Torna all’Indice

 

Teoria di Gann: come applicare questo stratagemma all’interno delle operazioni sui mercati valutari

Ti dico subito che le idee di questo famoso trader vengono utilizzate da decenni e decenni da molti investitori. Si tratta quindi di una tecnica che tutt’oggi può garantire ottimi risultati, con tutto che, nel corso del tempo, i mercati sono effettivamente cambiati. A causa di questi cambiamenti, alcune delle sue teorie sono state riviste e in parte modificate, soprattutto per ciò che riguarda il forex e le negoziazioni con ETF, ma in sostanza, le linee guida da lui impostate rimangono invariate.

Andiamo con ordine e partiamo dagli elementi di base della teoria degli angoli di Gann. Gli angoli, nel forex come nel trading online in generale, rappresentano degli elementi molto importanti e utilizzatissimi dagli investitori di tutto il mondo, e hanno soprattutto la funzione di misurare alcune caratteristiche del prezzo di un asset.

Una massima che ricorre spesso tra gli analisti afferma che: “il passato, il presente e il futuro esistono tutti nello stesso momento all’interno di un angolo di Gann”. Ciò significa essenzialmente che un trader, studiando un particolare mercato in un determinato periodo, dovrebbe imparare a capire e dedurre le situazioni che hanno caratterizzato quello stesso mercato nel passato, quali sono le condizioni attuali e cosa, presumibilmente, accadrà nel futuro.

Prima di procedere, osserva il seguente grafico:

angoli di Gann

Quelli che hai appena visto (tracciati dalle linee rosse nell’immagine) sono angoli di Gann così come appaiono su un grafico di analisi tecnica. Si tratta di strumenti semplicissimi da tracciare, tanto che moltissimi trader lo fanno manualmente. Erroneamente, nel settore degli investimenti, questi elementi vengono paragonati alle linee di trend. Ti spiego subito perché non sono la stessa cosa.

L’angolo di Gann è una diagonale che si muove ad una velocità indifferenziata. Il trend è invece una linea che è possibile creare unendo i prezzi minimi e i prezzi massimi toccati da un asset, con conseguente velocità non omogenea. La differenza sta “tutta” qui, ma è enorme: l’angolo di Gann, proprio per le sue caratteristiche, ti aiuterà a prevedere in modo oggettivo e abbastanza preciso dove si troverà il prezzo in un determinato arco temporale. Come sempre, voglio sottolineare che in tutte le sfere del trading, affidabilità non è sinonimo di infallibilità, quindi un margine di rischio c’è sempre. Tuttavia, vi sono strumenti più efficaci di altri e, nel caso specifico, la teoria di Gann ti aiuterà a valutare, con maggior sicurezza, la forza e la direzione di una tendenza.

Ti illustro ora l’applicazione pratica di questa strategia:

strategia di Gann

Nel grafico che ti ho appena mostrato puoi vedere come i prezzi testino più volte gli angoli di Gann.

L’angolo più importante tra quelli elaborati dal famoso trader è rappresentato dalla linea verde. In gergo finanziario, esso viene definito “linea della vita” oppure “1X1 line”. E’ un angolo a 45° che mette in relazione il prezzo e il tempo riferiti ad un determinato asset, ovvero la variabile dipendente con la variabile indipendente.

La linea della vita potrà facilmente essere tracciata dopo che il trader avrà stabilito l’arco temporale della sua analisi. Detto in modo “sporco” andrai a tracciare una linea diagonale che divide il riquadro dell’arco temporale scelto, a partire dai prezzi minimi e dai valori massimi più importanti. Gli altri due angoli principali della teoria di Gann vengono chiamati 1X2 e 2X1.

Sono certo che, visivamente, ti sei accorto di un particolare importante: questo metodo consente di individuare e prevedere i punti di supporto e di resistenza del prezzo. Osservando il grafico è evidente che, sul lungo termine, i segnali indicati dagli angoli sono piuttosto affidabili. Come detto in precedenza, nel caso illustrato, i prezzi hanno confermato più volte l’andamento del trend previsto da 1X1, 1X2 e 2X1.

Forza e debolezza di un trend: ulteriori utilizzi degli angoli per investire con successo

La teoria di Gann e l’applicazione degli angoli ad un grafico di analisi tecnica non consentono soltanto di individuare punti di supporto e resistenza, ma anche di misurare la forza del mercato. Quando le negoziazioni avvengono in corrispondenza dell’angolo della linea della vita verso l’alto, o sopra di essa, significa che il mercato è in una condizione di equilibrio. Un forte trend rialzista verrà invece indicato da un trading in corrispondenza o sopra, al rialzo, della linea dell’angolo 2X1. La tendenza, invece, non potrà essere considerata forte se gli scambi avvengono in corrispondenza o immediatamente sopra, al rialzo, della linea dell’angolo 1X2.

Per le tendenze al ribasso il discorso è l’esatto opposto, ma ricorda che tutto ciò che avviene al di sotto della linea della vita indica debolezza.

Infine, voglio menzionare anche la cosiddetta tecnica squaring, rappresentata da un calcolo matematico che ha la funzione di determinare le aree temporali nelle quali è più probabile che il mercato cambi la sua tendenza. Alla base di questa tecnica, di nuovo, la teoria di Gann. Il presupposto è che una modifica della direzione del mercato è più probabile quando il mercato avrà raggiunto un numero di unità di tempo e di prezzo, sia al rialzo che al ribasso, esattamente identico.

Se utilizzati nel giusto modo, gli angoli di Gann possono essere davvero molto preziosi per i tuoi investimenti. Come sempre, ti consiglio di unire i segnali dati da questa strategia con indicazioni fornite da altri strumenti di analisi tecnica, al fine di avere maggiore certezza, prima di compiere qualsiasi operazione finanziaria.

Strategie Forex: Clicca QUI e Torna all’Indice