Home » Spread trading: guida introduttiva

Spread trading: guida introduttiva

Chi si avvicina al mondo degli investimenti finanziari lo fa, nella maggior parte dei casi, con l’obiettivo di raggiungere determinati profitti, limitando i rischi di perdite di denaro. Sono molte le strategie che nel corso del tempo sono state create per realizzare tale scopo, e tra queste voglio parlarti dello Spread trading, perché merita una certa attenzione grazie alla sua efficacia.

La tecnica dello Spread trading (chiamata indifferentemente anche pair trading), rientra nelle strategie market neutral, ed essenzialmente prevede che il trader esegua un acquisto e una vendita contemporaneamente, su beni finanziari simili.

Spread trading: applicazione

Ti faccio subito un esempio affinché ti sia chiaro nel modo più semplice possibile come si opera seguendo questa tecnica. In primo luogo sarà necessario scegliere beni appartenenti allo stesso settore. Teoricamente, infatti, è molto probabile che i titoli, ad esempio, appartenenti al settore assicurativo si muovano in modo simile sul mercato, positivamente o negativamente. Tuttavia, è anche vero che è impossibile che i prezzi tocchino gli stessi identici valori.

Ciò che dovrai fare è capire quale tra i due titoli scelti segue un trend più forte. In caso di tendenza al rialzo, acquisterai i titoli più forti e venderai quelli più deboli, cercando di speculare sulla differenza di prezzi. E proprio da questo concetto deriva il nome della strategia. Infatti, la parola “spread” significa “differenza”. 

Chiaramente, l’analisi delle condizioni di mercato anche da un punto di vista di news economiche sarà fondamentale. Non è detto infatti che due titoli dello stesso settore si comportino in modo simile, se uno dei due appartiene ad una società per la quale si prevedono, ad esempio, dei provvedimenti giudiziari.

Di seguito un esempio concreto. Per il settore X, abbiamo due titoli, A e B. Tutti e due si muovono al rialzo. A, però, è il più forte del settore, quindi vado ad acquistarne un certo controvalore. Contemporaneamente vendo lo stessa cifra di B. In base alla mia analisi so che i due titoli si muoveranno in un modo più o meno simile. Se effettivamente sia A che B salgono, io guadagno se A sale più di B. Al contrario, se i titoli si muovono al ribasso, otterrò un profitto se B scende più di A.

E’ possibile quindi trarre una prima conclusione: avere un metodo efficace per scegliere la coppia di titoli risulta fondamentale. Se tale scelta viene eseguita con superficialità, non è raro che i movimenti di mercato possano creare una divergenza di trend tra i due beni, causando all’investitore delle gravi perdite.

Il vantaggio principale di questa strategia sta nel fatto che è possibile guadagnare indipendentemente dalla direzione del trend. Inoltre, esistono moltissimi strumenti di trading con i quali potrai valutare con precisione la coppia da scegliere e aumentare le tue possibilità di guadagno. Infine, non occorre investire una grossa cifra per ottenere un buon guadagno, e ciò deriva dal fatto che i margini di rischio sono molto bassi.

Si tratta di una tecnica che i professionisti utilizzano spesso, ma per la sua semplicità di attuazione può tranquillamente rientrare anche nello stile di trading di un principiante.