Home » Strategie forex vincenti » Strategia forex divergenze stocastico e RSI

Strategia forex divergenze stocastico e RSI

Come ti ho spiegato in numerose altre guide, l’utilizzo di diverse combinazioni tra i più affidabili strumenti di analisi tecnica possono consentirti di aumentare nettamente le tue possibilità di guadagno nel Forex. A tale scopo, oggi voglio spiegarti come individuare le divergenze su stocastico e RSI. Sicuramente avrai già sentito parlare di questi strumenti di trading, poiché si tratta di elementi molto efficaci e per questo apprezzatissimi dai trader di tutto il mondo.

Sul sito, potrai trovare delle guide specifiche sugli indicatori e sugli oscillatori di analisi tecnica. Di seguito mi soffermerò soprattutto sui tre elementi della strategia in oggetto, per farti capire la loro funzione per le tue previsioni di mercato. Ti ricordo che lo studio dell’analisi tecnica è fondamentale se vuoi ottenere buoni profitti nel forex e si tratta di uno studio che devi intraprendere con impegno e determinazione.

Strategie Forex: Clicca QUI e Torna all’Indice

Individuare le divergenze su stocastico e RSI: applicazione degli indicatori sui grafici forex

Il primo strumento che voglio introdurti e spiegarti è l’oscillatore stocastico. Questo indicatore viene utilizzato dagli investitori principalmente per misurare il “momentum”. Il momentum, in gergo finanziario, non è altro che la forza del mercato, e ciò che si misura con lo stocastico è, nello specifico, il tasso di variazione dei prezzi rispetto ai loro livelli reali. Detto anche in altre parole, con tale oscillatore potrai tracciare i livelli di supporto e resistenza del prezzo.

Ti ricordo brevemente che un’area di supporto comprende dei livelli oltre i quali un prezzo non riesce a scendere e da lì ci si attende un’inversione al rialzo. Al contrario, la resistenza indica dei valori massimi toccati dal prezzo che lo stesso non riesce a superare, facendo pensare che presumibilmente, da lì a breve, possa verificarsi un’inversione al ribasso.

L’utilizzo dell’oscillatore stocastico risulta molto efficace in combinazione con le divergenze. Osserva il grafico seguente:

oscillatore stocastico e divergenze

Quando si verifica una divergenza, come quella che puoi notare nell’immagine, significa che il mercato è in declino e che molto probabilmente si verificherà un’inversione del trend, come infatti è avvenuto in questo caso dopo la divergenza. Può anche verificarsi, però, il cosiddetto “stochastic pop”, particolare evento in cui l’inversione non avviene, dopo la divergenza, bensì i prezzi continuano ad andare nella loro direzione. In tale situazione, potrai consolidare la tua posizione.

Anche il relative strength index, più comunemente conosciuto come RSI, è un indicatore di momentum, e prende in esame i prezzi di chiusura più alti e più bassi di un determinato arco temporale, per capire la forza o la debolezza di uno specifico asset sul mercato.

Il relative strength index oscilla su valori compresi tra 0 e 100: i movimenti che rimangono tra i livelli 30 e 70 possono essere considerati “normali” per il prezzo seguito. Sotto i 30 o oltre i 70 sarà possibile identificare rispettivamente una situazione di ipervenduto o di ipercomprato del prezzo. Il time frame al quale viene impostato un grafico con RSI è generalmente di 14 periodi.

Anche questo indicatore risulta molto efficace se combinato con le divergenze, al fine di ottenere segnali più forti legati ad una probabile inversione del trend. Già da solo, l’indice di forza relativa prova ad anticipare i cambiamenti di tendenza. Tuttavia, come ti ho spiegato sopra, è sempre meglio attuare strategie combinate per operare sui mercati con maggiore sicurezza.

Di seguito, potrai osservare nell’immagine alcuni esempi di divergenze con RSI:

divergenze con RSI

Per individuare le divergenze su stocastico e RSI si utilizza essenzialmente lo stesso meccanismo, ma mentre lo stocastico misura la capacità del mercato di chiudere con prezzi vicini ai minimi o ai massimi toccati durante la giornata, il relative strength index calcola più specificatamente la forza del movimento del mercato.

Individuare le divergenze, come hai potuto capire dalle immagini, non è affatto complesso: in sostanza, la linea che si viene a creare seguendo la direzione dei prezzi sul grafico principale va in direzione opposta rispetto alla linea creata dai valori delle oscillazioni dell’indicatore in questione, che sia stocastico o RSI. Ogni divergenza, a livello generale, è segnale di inversione.

Significato delle divergenze nel trading forex

Una prima cosa che devi tenere bene a mente è che una divergenza non si verifica ogni volta che una tendenza cambia, ma il suo verificarsi indica comunque fortemente una probabile rottura del trend. Con l’indice di forza relativa e l’oscillatore stocastico, le divergenze appaiono spesso in anticipo rispetto alla modifica della tendenza: è proprio questo che ti consentirà di fare la tua previsione ed aprire una posizione sul mercato in modo abbastanza sicuro.

Per lo stesso criterio, lì dove la linea dell’andamento del prezzo va nella stessa direzione della linea dei valori toccati dall’oscillatore, il segnale generato è quello di un trend forte che presumibilmente non cambierà, e quindi potrai investire con buone possibilità di profitto seguendo proprio quella tendenza.

Per cercare di arricchire la tua conoscenza in materia di divergenze, di seguito ti mostro le diverse tipologie di questo strumento:

divergenza regolare

Quella che vedi sopra è una divergenza regolare, detta anche Bullish Divergence, e può indicare un cambio di trend da ribassista a rialzista. Si verifica quando l’andamento dei prezzi registra due minimi consecutivi decrescenti, mentre l’oscillatore segnala due minimi crescenti. Tra le divergenze regolari c’è anche la Bearish Divergence, che al contrario della precedente si verifica quando l’andamento dei prezzi fa registrare due massimi crescenti, mentre l’oscillatore ne segnala due decrescenti. Di seguito un esempio:

Bearish Divergence

Vi sono poi le divergenze nascoste, Bearish e Bullish. La prima si verifica quando l’andamento dei prezzi fa registrare due massimi decrescenti e l’oscillatore due massimi crescenti; la seconda avviene quando l’andamento dei prezzi segnala due minimi crescenti consecutivi, mentre l’indicatore ne fa registrare due decrescenti. Vengono chiamate divergenze nascoste poiché al contrario di quelle regolari rappresentano segnali di continuazione del trend. Di seguito i due esempi:

divergenze nascoste

divergenze nascoste

Individuare le divergenze su stocastico e RSI rappresenta una strategia molto importante per il trading forex, in quanto si compone di tre strumenti che generano singolarmente segnali molto affidabili. Se ognuno conferma l’altro, le tue possibilità di vincita saranno molto alte.

Strategie Forex: Clicca QUI e Torna all’Indice